domenica 17 aprile 2011

Mt 4,12-17.23-25 Il regno dei cieli è vicino.

Vangelo


Mt 4,12-17.23-25 Il regno dei cieli è vicino.

+ Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, quando Gesù seppe che Giovanni era stato arrestato, si ritirò nella Galilea, lasciò Nàzaret e andò ad abitare a Cafàrnao, sulla riva del mare, nel territorio di Zàbulon e di Nèftali, perché si compisse ciò che era stato detto per mezzo del profeta Isaìa:
«Terra di Zàbulon e terra di Nèftali,
sulla via del mare, oltre il Giordano,
Galilea delle genti!
Il popolo che abitava nelle tenebre
vide una grande luce,
per quelli che abitavano in regione e ombra di morte
una luce è sorta».
Da allora Gesù cominciò a predicare e a dire: «Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino».
Gesù percorreva tutta la Galilea, insegnando nelle loro sinagoghe, annunciando il vangelo del Regno e guarendo ogni sorta di malattie e di infermità nel popolo. La sua fama si diffuse per tutta la Siria e conducevano a lui tutti i malati, tormentati da varie malattie e dolori, indemoniati, epilettici e paralitici; ed egli li guarì. Grandi folle cominciarono a seguirlo dalla Galilea, dalla Decàpoli, da Gerusalemme, dalla Giudea e da oltre il Giordano.

Parola del Signore
---------------------------
LA MIA RIFLESSIONE
PREGHIERA
Padre che ci doni lo Spirito,
Tu non rifiuti mai lo Spirito Santo a coloro che te lo chiedono,
Perché tu sei il primo a desiderare che lo riceviamo. Concedici dunque questo dono che riassume e contiene tutti gli altri.amen.

Tutto combacia con le profezie,anche il territorio in cui Gesù comincia a muoversi dopo l’uccisione di Giovanni il Battista,è lì che i popoli che vivevano nelle tenebre vedranno la luce.Il popolo d’Israele era in quel periodo oppresso dall’occupazione Romana,che dava importanza solo ai capi degli ebrei e ai sommi sacerdoti.
Ecco che Gesù comincia a far capire da subito che non è venuto per andare ad inchinarsi davanti a loro,al potere,ma anzi,sceglie per amici,i più umili della zona,comincia a predicare un vangelo che parla di amore e di salvezza,di luce e molti uomini lo seguivano.Andava nelle sinagoghe e parlava alle genti dicendo…<convertitevi,il regno dei cieli è vicino> che poi significava,pensa che devi morire,cambia la tua condotta,non rimanere fermo nei tuoi preconcetti,vieni e seguimi,io sono la luce che ti indicherà la via della salvezza.,e mentre diceva queste cose,guariva gli ammalati,ridava la vista ai ciechi,scacciava i demoni….solo chi rimaneva chiuso nel cuore non lo accettava,perché Gesù è amore e solo con amore può essere accolto e compreso.E’ stato il primo ad amarci e aspetta a braccia aperte che ci lasciamo abbracciare da lui e corrispondiamo al suo amore.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.