domenica 17 aprile 2011

Lc 9,22-25 Chi perderà la propria vita per causa mia, la salverà.

 Vangelo


Lc 9,22-25 Chi perderà la propria vita per causa mia, la salverà.

+ Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Il Figlio dell’uomo deve soffrire molto, essere rifiutato dagli anziani, dai capi dei sacerdoti e dagli scribi, venire ucciso e risorgere il terzo giorno».
Poi, a tutti, diceva: «Se qualcuno vuole venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce ogni giorno e mi segua. Chi vuole salvare la propria vita, la perderà, ma chi perderà la propria vita per causa mia, la salverà. Infatti, quale vantaggio ha un uomo che guadagna il mondo intero, ma perde o rovina se stesso?».

Parola del Signore
---------------------------
LA MIA RIFLESSIONE
Preghiera
Ti prego o Santo Spirito,di ispirare le mie parole,e le azioni di questo tempo di quaresima,perchè possano portare ad una vera conoscienza della tua parola e dei tuoi desideri.

Le parole di Gesù,sono spesso incomprensibili,come in questo caso,ci fa capire che seguirlo non sarà facile,non ci promette gloria,anzi ci fa capire che saremo osteggiati da tutti.Affermare di essere cristiani,vivere da cristiani ,oggi è un'ardua impresa.Il mondo non va dalla nostra parte,anzi ,mentre tutto quello che va contro la religione riesce ad affermarsi,quello che è fede diventa difficile da far rispettare.
Accettare di prendere la propria croce...accettare di vivere la nostra vita alla luce del vangelo,nonostante le difficoltà,abbracciare la croce che ci unisce a Gesù,vuol dire amare Gesù,prenderlo ad esempio e camminare sulle sue orme.Quando questo avviene siamo gia' nel regno dei cieli,perchè la resurrezzione è la nostra speranza,anzi la nostra certezza.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.