lunedì 25 aprile 2011

(Gv 11,45-56) Per riunire insieme i figli di Dio che erano dispersi.

VANGELO
 (Gv 11,45-56) Per riunire insieme i figli di Dio che erano dispersi. 
+ Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, molti dei Giudei che erano venuti da Maria, alla vista di ciò che Gesù aveva compiuto, [ossia la risurrezione di Làzzaro,] credettero in lui. Ma alcuni di loro andarono dai farisei e riferirono loro quello che Gesù aveva fatto. 
Allora i capi dei sacerdoti e i farisei riunirono il sinèdrio e dissero: «Che cosa facciamo? Quest’uomo compie molti segni. Se lo lasciamo continuare così, tutti crederanno in lui, verranno i Romani e distruggeranno il nostro tempio e la nostra nazione». 
Ma uno di loro, Caifa, che era sommo sacerdote quell’anno, disse loro: «Voi non capite nulla! Non vi rendete conto che è conveniente per voi che un solo uomo muoia per il popolo, e non vada in rovina la nazione intera!». Questo però non lo disse da se stesso, ma, essendo sommo sacerdote quell’anno, profetizzò che Gesù doveva morire per la nazione; e non soltanto per la nazione, ma anche per riunire insieme i figli di Dio che erano dispersi. Da quel giorno dunque decisero di ucciderlo.
Gesù dunque non andava più in pubblico tra i Giudei, ma da lì si ritirò nella regione vicina al deserto, in una città chiamata Èfraim, dove rimase con i discepoli. 
Era vicina la Pasqua dei Giudei e molti dalla regione salirono a Gerusalemme prima della Pasqua per purificarsi. Essi cercavano Gesù e, stando nel tempio, dicevano tra loro: «Che ve ne pare? Non verrà alla festa?».

Parola del Signore

-----------------------------------------------------------
LA MIA RIFLESSIONE
PREGHIERA
Lo Spirito del Signore sia su di me,perchè mi ha consacrato nel santo battesimo.Corpo di Cristo,salvami,Sangue di Cristo lavami da tutte le impurità del mio corpo e fa che io sia tuo strumento,tua luce,che sappia dove andare e illumini la via di chi mi vuol seguire,di chi Tu chiamerai a seguirmi.Amen.

Che strazio questo Gesù!Ma chi è?Perchè viene a interrompere i nostri bei giochi di potere e prestigio?Come possiamo eliminarlo perchè non faccia più danni di quelli che ha già fatto?........Molto probabilmente è questo il pensiero dei farisei e dei giudei che si riunirono quel giorno...loro si erano sistemati a fatica nella condivisone del potere con i romani,e questo uomo veniva a scombinare i piani.Dio fino ad allora non li aveva infastiditi?Lasciava a loro gestire la parola,la legge di Mosè era in mano loro,ed adesso quest'uomo,che aveva poteri incredibili,attirava le folle a se,e metteva in discussione la loro fede.....no,basta!Quest'uomo doveva morire!!!!!
Quante volte la nostra coscienza si è ribellata alla parola di Dio,all'annuncio dell'Amore; quante volte tutto quello che abbiamo faticosamente conquistato in questa terra si è messo tra noi e Dio?Sembra incredibile come la parola di allora sia attuale e anche troppo,nei giorni nostri,e qualcuno pensava che la bibbia sia solo un libro vecchio di 2000 anni senza senso oggi...ma Gesù è verità,quando disse che le cose della terra passeranno,ma la sua parola non passerà,sapeva perfettamente quello che diceva,siamo stolti noi,che non facciamo nulla per capire con quanto amore,lui ci parla ancora oggi.
La sua è quasi un'implorazione,non un rimprovero,lui aspetta che noi vediamo quanto ci ama,perchè ci cerca,perchè compie miracoli,perchè vince la morte,e ancor di più,cosa è disposto a fare per noi!
Tutto è scritto,e Lui accetta il volere del Padre,costi quel che costi,soffre sia nel corpo che nello spirito per noi;nessuna angoscia gli viene risparmiata,ma lo fa e va avanti fino alla fine,per dimostrarci l'amore di Dio.Tutta la sua venuta sulla terra è un grido di disperazione,convertitevi e credete al Vangelo!!!Convertitevi e vivete il Vangelo.
Non pensate alla vostra vita agiata,al potere al successo,al denaro,agli idoli del momento,ma raccoglietevi in preghiera e ascoltate la voce del Signore:
AMATEVI L'UN L'ALTRO COME IO HO AMATO VOI!
Quando ho cominciato a scrivere questa riflessione ,non sapevo dove lo Spirito mi avrebbe portato...ora che sono a questa frase,mi rendo conto che sono,ancora una volta,davanti all'amore misericordioso di Dio.Ieri sera sono stata ad un incontro,il primo,dell'A.L.A.M.
(associazione laici amore misericordioso)che è per me una chiamata ricevuta nel santuario di Collevalenza,alla fine dell'incontro,ognuno ha espresso un pensiero ed io ho in sintesi,detto che per riflettere la luce del Signore,bisogna viverla,nella preghiera e nelle opere,e far uscire da noi stessi quelli che sono i nostri interessi terreni,i nostri dei.Voi non ci crederete,ma io sto rivivendo in questo momento la pagina del vangelo....molti che si sentono vicini a Dio (a modo loro)non ritengono di dover fare questo,di dover rinunciare a nulla,perchè loro vivono in questo mondo...non nell'altro,e io sembravo una esaltata,molto probabilmente,che vive fuori dal mondo,perchè dicevo semplicemente che nella loro giornata dovevano far posto al Signore.......Anche io ho un pensiero...ritirarmi ed andare ad aspettare da sola che gli altri si sveglino...è umanamente il mio pensiero da tanto,anche scrivere questa pagina oggi è stato doloroso,Dio ci ama,svegliamoci,non facciamo che muoia dentro di noi,non andiamo da nessuna parte senza di Lui.
Eccomi,Signore io vengo a te,con i miei difetti,con le mie paure,le mie angoscie,le mie lacrime e i miei sorrisi...tutto quello che ho ti appartiene,usami,ed io non avrò' vissuto inutilmente in questo mondo.....provate a ripeterlo con me...eccomi Gesù,io mi consacro a te!

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.