venerdì 5 luglio 2013

VOCE DI SAN PIO :

- Pratica, mia carissima figliuola, un particolare esercizio di dolcezza e di sottomissione alla volontà di Dio non solo nelle cose straordinarie, ma ancora in quelle piccolezze che quotidianamente avvengono. Fanne degli atti non solo la mattina, ma ancora durante il giorno e la sera con uno spirito tranquillo e giocondo; e se ti accadesse di mancare, umiliati, proponi e poi alzati e prosegui (Epist. III, p. 704).

1 commento:

  1. Aiutami o mio caro San Pio a praticare la virtù della dolcezza e della sottomissione,insegnami a tacere quando devo tacere,ma a non omettere quando è peccato.Chiedi per me e con me al buon Signore,il dono del discernimento,che proprio mi manca.Non per mio vanto,ma per il Suo,e per avere una figlia che sbaglia sempre di meno.Troppi sono gli errori di cui mi avvedo solo dopo.Grazie .

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.