lunedì 14 gennaio 2013

(Mc 1,21-28) Gesù insegnava come uno che ha autorità


VANGELO 
(Mc 1,21-28) Gesù insegnava come uno che ha autorità
+ Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, Gesù, entrato di sabato nella sinagoga, [a Cafarnao,] insegnava. Ed erano stupìti del suo insegnamento: egli infatti insegnava loro come uno che ha autorità, e non come gli scribi. Ed ecco, nella loro sinagoga vi era un uomo posseduto da uno spirito impuro e cominciò a gridare, dicendo: «Che vuoi da noi, Gesù Nazareno? Sei venuto a rovinarci? Io so chi tu sei: il santo di Dio!». E Gesù gli ordinò severamente: «Taci! Esci da lui!». E lo spirito impuro, straziandolo e gridando forte, uscì da lui. Tutti furono presi da timore, tanto che si chiedevano a vicenda: «Che è mai questo? Un insegnamento nuovo, dato con autorità. Comanda persino agli spiriti impuri e gli obbediscono!». La sua fama si diffuse subito dovunque, in tutta la regione della Galilea.

Parola del Signore
(Mc 1,21-28) Gesù insegnava come uno che ha autorità

LA MIA RIFLESSIONE
PREGHIERA
Vieni o Santo Spirito, vieni e parlami come se fossi giusta ai tuoi occhi, non guardare le mie colpe, non meriterei niente, ma la tua misericordia, e dammi la possibilità di comprendere la Tua parola. Amen.

La cosa che mi salta agli occhi in questa pagina di Vangelo, è il fatto che Gesù è diverso dagli scribi e dai sacerdoti del tempio, questi infatti leggevano i testi sacri, ma non li interpretavano. Proclamavano la parola di Dio, ma non la facevano loro. Gesù invece parla a nome suo, parla con autorità, proprio come chi sa bene di cosa parla, perchè nè è co-autore. Dice cose come convertitevi, il regno di Dio è vicino, e ordina al diavolo di lasciare il corpo degli sventurati che ne sono oppressi. Anche il diavolo lo riconosce ed urla il suo nome, lo chiama il Santo di Dio. Questo suo potere di comandare sugli spiriti impuri, di compiere miracoli, lascia stupefatti tutti coloro che lo seguono. Alcuni vengono abbagliati da Lui, e cominciano ad avere una grande fede, vedendolo come colui che saprà risolvere i loro problemi. Altri invece ne avranno paura, penseranno che per causa sua, non avranno più ascendente sugli altri, vedranno sminuirsi il loro potere. Anche satana e i suoi compari, non accettano certo di buon occhio che Gesù sia venuto a scacciarli, e noi sappiamo come satana sa manipolare le menti. Seguiamo Gesù, chiamiamolo in nostro soccorso quando abbiamo paura di sbagliare e di cadere nelle trappole del maligno, ed egli accorrerà, cerchiamo di vivere sempre con molta umiltà, vedendo i nostri errori e chiedendo perdono ogni giorno, anche di quelli che purtroppo non ci rendiamo conto di fare.

2 commenti:

  1. MI REFLEXIÓN
    ORACIÓN
    Ven Espíritu Santo, ven y habla conmigo como si estuvieras en tus ojos, no mires mis pecados, no merecen nada, pero tu misericordia, y me da la oportunidad de entender tu palabra. Amen.

    Lo que llama la atención en este pasaje del Evangelio es que Jesús es diferente de la de los escribas y sacerdotes del templo, de hecho leer los textos sagrados, pero los interpretó.
    Hablaron la palabra de Dios, pero no lo hicieron. Pero Jesús habla en su nombre, les habla con autoridad, así como los que sabe de lo que habla, porque él es co-autor.
    Dice cosas como: Arrepentíos, el reino de Dios está cerca, y le ordena al demonio salir del cuerpo del infortunado que están oprimidos. El diablo lo reconoce y grita su nombre, el Santo de Dios llama a esto su poder para mandar sobre los espíritus inmundos, para realizar milagros, asombra a todos los que le siguen. Algunos están deslumbrados por él, y comienza a tener una fe fuerte, viéndolo como el que va a resolver sus problemas. Mientras que otros tendrán miedo, creo que gracias a él, tendrán más influencia sobre otros, menospreciar su poder. Incluso Satanás y sus secuaces, no con buenos ojos a algunos que Jesús vino para que los echasen fuera, y sabemos que Satanás sabe cómo manipular las mentes. Seguimos a Jesús, vamos a llamar en nuestra ayuda cuando tenemos miedo de cometer errores y caer en las trampas del diablo, y él se apresurará, vamos a vivir para siempre con gran humildad, al ver nuestros errores y pedir perdón todos los días, incluso de aquellos que, por desgracia, no lo hacemos Tengo la intención de hacer.

    RispondiElimina
  2. MY REFLECTION
    PRAYER
    Come Holy Spirit, come and talk to me like you're right in your eyes, do not look at my sins, do not deserve anything, but your mercy, and give me the opportunity to understand Your word. Amen.

    The thing that catches the eye in this Gospel passage is the fact that Jesus is different from the scribes and priests of the temple, they in fact read the sacred texts, but interpreted them.
    Spoke the word of God, but they did not. But Jesus speaks in his name, he speaks with authority, just as those who knows of what he speaks, because he is a co-author.
    He says things like Repent, the kingdom of God is at hand, and orders the devil to leave the body of the unfortunate who are oppressed. The devil recognizes it and screams his name, the Holy One of God calls this his power to command over the unclean spirits, to perform miracles, amazes all those who follow him. Some are dazzled by him, and start to have a strong faith, seeing him as the one who will solve their problems. Whereas others will be afraid, think that because of him, they will have more influence on others, will belittle their power. Even Satan and his cronies, do not take kindly to some that Jesus came to cast them out, and we know Satan knows how to manipulate the minds. We follow Jesus, let us call to our aid when we are afraid of making mistakes and falling into the traps of the devil, and he will hasten, let us live forever with great humility, seeing our mistakes and asking for forgiveness every day, even of those who, unfortunately, we do not I intend to do.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.