giovedì 26 gennaio 2017

1 minuto tra noi e Dio

"FIGLI DI DIO"
Ricordo che su una poesia che dicevo da piccola La “gentil farfalletta” si rivolge alla vispa Teresa con le parole: «Deh, lasciami, anch’io son figlia di Dio!».
Quante volte ripetiamo che tutte le creature sono figlie di Dio, e noi confermiamo attraverso il battesimo, attraverso la fede in Cristo, che vogliamo essere veramente figli di Dio.
Dio ci ha amato e voluto dall'eternità, ma noi ci rendiamo conto di cosa significa vivere da figli?
Paolo  ci dice che quando diventiamo cristiani diventiamo simili a Gesù, che ci rivestiamo di Lui, indossiamo la sua pelle, ma quanto siamo lontani da questo, Dio solo lo sa.
Allora mi chiedo se ha senso definirci figli di Dio quando poi siamo così lontani dall'immagine del vero Figlio Naturale di Dio e la risposta mi viene ancora da Paolo, che dichiara che se metto la mia fede in Cristo, sono reso giusto davanti a Dio. Sono redento, giustificato, attraverso la fede, attraverso la mia certezza che Gesù è il Figlio di Dio, che morì e risorse e che Egli oggi vive. Questo non dipende da me. E’ il disegno di Dio. Tutto quello che devo fare è permettere a Dio di fare il Suo lavoro.
La Grazia di Dio è in azione !

n. 5 Mingardi Lella

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.