sabato 28 maggio 2011

(Gv 14,15-21) Pregherò il Padre e vi darà un altro Paràclito

VANGELO
 (Gv 14,15-21) Pregherò il Padre e vi darà un altro Paràclito.
+ Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Se mi amate, osserverete i miei comandamenti; e io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Paràclito perché rimanga con voi per sempre, lo Spirito della verità, che il mondo non può ricevere perché non lo vede e non lo conosce. Voi lo conoscete perché egli rimane presso di voi e sarà in voi. 
Non vi lascerò orfani: verrò da voi. Ancora un poco e il mondo non mi vedrà più; voi invece mi vedrete, perché io vivo e voi vivrete. In quel giorno voi saprete che io sono nel Padre mio e voi in me e io in voi.
Chi accoglie i miei comandamenti e li osserva, questi è colui che mi ama. Chi ama me sarà amato dal Padre mio e anch’io lo amerò e mi manifesterò a lui».

Parola del Signore

LA MIA RIFLESSIONE
PREGHIERA
Vieni o Spirito Santo, come promesso da Gesù, in questo giorno in cui tutti t’invocano, io timidamente, ti chiedo di non andare via...io non seguo gruppi particolari che t’invocano in massa e che tu gradisci, mi accosto sempre con tutti i miei difetti al tuo cospetto, e tu mi onori con la tua presenza.Perdona la mia inadeguatezza e la mia miseria d'animo, e assistimi.

Amare Gesù, e attraverso di Lui amare il Padre...come possiamo ancora essere recalcitranti...come possiamo non sentire quanto amore c'era nei suoi gesti, nelle sue parole... Sta per andare Gesù quando dice queste parole, sta per tornare al Padre, ma non vuole lasciarci soli. Sa che noi siamo fragilissimi, con tutte le nostre paure, persino in questa nostra società che è una società democratica, in cui tutti sono liberi di dire la loro, sembra che ci si vergogni della nostra fede. I cristiani di oggi.... non siamo solo  tiepidi o freddi, siamo anche stupidi! Non capiamo che la nostra fede non è in un elfo o in un maghetto, ma in un DIO, che può tutto e che ci ama talmente tanto che ci darà tutto quello che ci serve per affrontare il nostro passaggio su questa terra. A volte ci chiediamo come fare per essere buoni Cristiani, eppure ce lo dice nei Vangeli... vieni e seguimi, ascolta la mia parola, io farò di te un uomo nuovo, t’inonderò di Spirito Santo, e tu non avrai più paura di niente. E' così amici, è con lo Spirito di Dio che noi veniamo trasformati in santi Cristiani, è mettendoci a sua disposizione in tutto e per tutto che ci lasciamo trasformare e non abbiamo più paura di professare con orgoglio la nostra fede, di combattere contro le tentazioni, di affrontare una malattia, e addirittura la morte. Vieni o Spirito santo e trasformaci, noi ti preghiamo!

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.