giovedì 21 aprile 2011

Mt 16,13-19 Tu sei Pietro, e a te darò le chiavi del regno dei cieli.

Vangelo 

Mt 16,13-19 Tu sei Pietro, e a te darò le chiavi del regno dei cieli. 

+ Dal Vangelo secondo Matteo 

In quel tempo, Gesù, giunto nella regione di Cesarèa di Filippo, domandò ai suoi discepoli: «La gente, chi dice che sia il Figlio dell’uomo?». Risposero: «Alcuni dicono Giovanni il Battista, altri Elìa, altri Geremìa o qualcuno dei profeti». 
Disse loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Rispose Simon Pietro: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente». 
E Gesù gli disse: «Beato sei tu, Simone, figlio di Giona, perché né carne né sangue te lo hanno rivelato, ma il Padre mio che è nei cieli. E io a te dico: tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa e le potenze degli inferi non prevarranno su di essa. A te darò le chiavi del regno dei cieli: tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli». 

Parola del Signore 
--------------------------------------------------------------------LA MIA RIFLESSIONE 
PREGHIERA 
Concedimi o Santo Spirito,di poter come Pietro riconoscere sempre quello che Tu mi vuoi insegnare,per poter vincere ogni tentazione ed essere sempre alla luce della tua parola.Grazie luce mia! 

Questo brano indica chiaramente e senza ombra di dubbio che quello che sta facendo Gesù è stabilire l'edificazione della sua chiesa.Più avanti vedremo come Pietro non sia perfetto ,infatti rinnegherà Gesù,per paura di essere arrestato anche lui,eppure nonostante questo,Gesù lo sceglie per metterlo a capo della chiesa appena istituita. 
Quello che Gesù chiede è una presa di posizione,non è una semplice domanda:-tu chi dici che io sia?- 
tutti si domandano chi è Gesù,perchè è il figlio del falegname, perche guarisce i malati,perchè scaccia i demoni,ma Pietro al quale è stato rivelato per grazia divina,sa perfettamente chi è Gesù"il Cristo,il figlio del Dio vivente"ed è per questo che Gesù chiede,una volta che Pietro ha fatto la sua professione di fede ,che sia una scelta definitiva,che elimini tutto quello che è la sua mentalità,per entrare a far parte del regno dei cieli ,ragionando solo per grazia dello Spirito Santo,perchè tutto quello che viene da Lui è verità e giustizia. 
Questa presa di posizione ,Gesù la chiede ancora oggi a tutti noi,membri della sua chiesa,laici e non;cerchiamo di approfondire la nostra fede,la nostra scelta,in questo periodo di quaresima,per poter esultare con gli angeli,il nostro alleluia dal profondo del cuore,in questa Pasqua. 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.