domenica 17 aprile 2011

Mc 2,13-17 Non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori.

Vangelo


Mc 2,13-17 Non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori.


+ Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, Gesù uscì di nuovo lungo il mare; tutta la folla veniva a lui ed egli insegnava loro. Passando, vide Levi, il figlio di Alfeo, seduto al banco delle imposte, e gli disse: «Seguimi». Ed egli si alzò e lo seguì.
Mentre stava a tavola in casa di lui, anche molti pubblicani e peccatori erano a tavola con Gesù e i suoi discepoli; erano molti infatti quelli che lo seguivano. Allora gli scribi dei farisei, vedendolo mangiare con i peccatori e i pubblicani, dicevano ai suoi discepoli: «Perché mangia e beve insieme ai pubblicani e ai peccatori?».
Udito questo, Gesù disse loro: «Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati; io non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori».

Parola del Signore
------------------------------------
LA MIA RIFLESSIONE
PREGHIERA
Mio caro e buon Gesù,fai scendere su di me il Tuo Santo Spirito,per aiutarmi a comprendere quello che con le scritture mi vuoi insegnare,non certo per i miei meriti,ma per i tuoi.amen.

Gesù è anticonformista per eccellenza,non ha preferenze,anzi,sembra quasi snobbare gli scribi ,i farisei e i ricchi ,ma sembra invece prediligere i poveri e i peccatori.non ha veramente nessuna preferenza,sembra che stia cercando di far capire che lui prende in considerazione tutti,nessuno escluso.Spesso ,mi sono chiesta,perché Gesù nasce ebreo,e perché in questi territori così complicati,ma forse la risposta è proprio in pagine di Vangelo come questa,perché in quei tempi in Palestina,c’erano varie correnti religiose e in più c’era il dominio romano.Erano i tempi in cui Erode aveva ottenuto il titolo di <re dei giudei>,c’erano tra questi i farisei(rispettosi della legge di Mosè e degli scribi),i sadducei(che rispettavano solo la legge scritta),gli zeloti(che erano quelli che oggi chiameremmo anarchici e terroristi,che non accettavano il governo di Roma,ma ritenevano che non potesse esserci altro governo che quello di Dio)ed infine c’erano gli Esseni(che vivevano appartati in comunità nel deserto)Trovare un popolo più complicato non credo fosse possibile,dominato da stranieri,e per natura un popolo nomade. Gesù nasce tra loro e come sempre cerca con questo di dirci qualcosa.Trova tra questi personaggi così diversi i suoi discepoli,e li riunisce tutti alla sua tavola.Molti lo guardano irritati e sconvolti,vorrebbero stare loro con Gesù perché si sentono più giusti e lascerebbero fuori gli altri,ma Lui rispondeva che non era venuto per i sani,ma per i malati,che non era venuto per salvare i giusti,ma i peccatori.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.