domenica 17 aprile 2011

Lc 1,1-4; 4,14-21 Oggi si è compiuta questa Scrittura.

Vangelo


Lc 1,1-4; 4,14-21 Oggi si è compiuta questa Scrittura.


+ Dal Vangelo secondo Luca

Poiché molti hanno cercato di raccontare con ordine gli avvenimenti che si sono compiuti in mezzo a noi, come ce li hanno trasmessi coloro che ne furono testimoni oculari fin da principio e divennero ministri della Parola, così anch’io ho deciso di fare ricerche accurate su ogni circostanza, fin dagli inizi, e di scriverne un resoconto ordinato per te, illustre Teòfilo, in modo che tu possa renderti conto della solidità degli insegnamenti che hai ricevuto.
In quel tempo, Gesù ritornò in Galilea con la potenza dello Spirito e la sua fama si diffuse in tutta la regione. Insegnava nelle loro sinagoghe e gli rendevano lode.
Venne a Nàzaret, dove era cresciuto, e secondo il suo solito, di sabato, entrò nella sinagoga e si alzò a leggere. Gli fu dato il rotolo del profeta Isaìa; aprì il rotolo e trovò il passo dove era scritto:
«Lo Spirito del Signore è sopra di me;
per questo mi ha consacrato con l’unzione
e mi ha mandato a portare ai poveri il lieto annuncio,
a proclamare ai prigionieri la liberazione
e ai ciechi la vista;
a rimettere in libertà gli oppressi
e proclamare l’anno di grazia del Signore».
Riavvolse il rotolo, lo riconsegnò all’inserviente e sedette. Nella sinagoga, gli occhi di tutti erano fissi su di lui. Allora cominciò a dire loro: «Oggi si è compiuta questa Scrittura che voi avete ascoltato».

Parola del Signore
-----------------------------
LA MIA RIFLESSIONE

preghiera

Ti prego Signore,aiutami a leggerti sulle labbra del cuore,ad entrare in comunione con Te grazie allo Spirito Santo,a farmi abbracciare da te e a restituire questo abbraccio.

In questo brano è Luca che ci parla di Gesù,e lui che non l’ha conosciuto,ma ne ha solo sentito parlare,eppure è rimasto talmente sconvolto da questa conoscenza che ha deciso di indagare,di scoprire chi è veramente Gesù,ed è andato ad interrogare coloro che lo avevano conosciuto.Quello che gli viene raccontato e che ci riporta è un episodio,che può sembrare a prima vista insignificante,ma il paragone che ne fa con la prima lettura viene spontaneo.Esdra,srotola le letture e celebra Dio,con tutti i devoti e le persone che sapevano intendere,egli che stava su di una tribuna costruita apposta per lui e benediva il Signore.
Gesù invece entrò nella sinagoga,e preso il rotolo delle scritture,lesse ,e sicuramente non a caso,questa lettura:
«Lo Spirito del Signore è sopra di me;
per questo mi ha consacrato con l’unzione
e mi ha mandato a portare ai poveri il lieto annuncio,
a proclamare ai prigionieri la liberazione
e ai ciechi la vista;
a rimettere in libertà gli oppressi
e proclamare l’anno di grazia del Signore».
Era il suo modo di presentarsi,senza indugi,e sicuro di se disse:

«Oggi si è compiuta questa Scrittura che voi avete ascoltato».
Gesù era ed è così,non conosce mezze misure,ti viene incontro
,ma vuole che tu gli creda,non che tu faccia giri di parole,vuole che tu ti fidi di lui
Perché è con lui che si compie la promessa della sacra scrittura.
Gesù non è uno che perde tempo in cerimoniali,ma si muove,è azione,
è parola che penetra nella nostra vita e la cambia,senza tanti ragionamenti,
ci chiede di seguirlo e di avere fiducia in lui e di muoverci con lui.Bellissima la
preghiera di colletta di oggi,con la quale concludo la mia riflessione:

< guida i nostri atti secondo la tua volontà,
perché nel nome del tuo diletto Figlio
portiamo frutti generosi di opere buone>.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.