domenica 10 aprile 2011

Erode mandò a uccidere tutti i bambini che stavano a Betlemme Mt 2,13-18

Vangelo 

Mt 2,13-18
Erode mandò a uccidere tutti i bambini che stavano a Betlemme. 

+ Dal Vangelo secondo Matteo

I Magi erano appena partiti, quando un angelo del Signore apparve in sogno a Giuseppe e gli disse: «Àlzati, prendi con te il bambino e sua madre, fuggi in Egitto e resta là finché non ti avvertirò: Erode infatti vuole cercare il bambino per ucciderlo».
Egli si alzò, nella notte, prese il bambino e sua madre e si rifugiò in Egitto, dove rimase fino alla morte di Erode, perché si compisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta:
«Dall’Egitto ho chiamato mio figlio».
Quando Erode si accorse che i Magi si erano presi gioco di lui, si infuriò e mandò a uccidere tutti i bambini che stavano a Betlemme e in tutto il suo territorio e che avevano da due anni in giù, secondo il tempo che aveva appreso con esattezza dai Magi. 
Allora si compì ciò che era stato detto per mezzo del profeta Geremìa:
«Un grido è stato udito in Rama,
un pianto e un lamento grande:
Rachele piange i suoi figli
e non vuole essere consolata,
perché non sono più».

Parola del Signore
LA MIA RIFLESSIONE

PREGHIERA

Signore mi ti prego,inondami del tuo Spirito di sapienza,fa che io possa trarre da questa lettura tutto quello che vuoi concedermi di sapere.Io non merito nulla per me,sono la più stupida dei tuoi fratelli,ma sto cercando di fare quello che tu vuoi,sto cercando di testimoniare la tua parola,aiutami o mio tutto a non essere me ma a lasciare che tu prenda il mio posto.Annullami,ti amo tanto!

Sappiamo che Erode aveva cercato di corrompere i re Magi,che avrebbero dovuto tornare da lui e dirgli dove si trovava il Bambino Gesù,ma alla vista del piccolo questi avevano capito ed erano ripartiti per un'altra strada.Ma il persecutore non si arrende,e,ancora più adirato, senza alcuna pietà decide di far uccidere TUTTI i neonati al di sotto dei due anni.
Il Signore mandò un angelo ad avvisare Giuseppe di prendere la moglie ed il bambino e di fuggire in Egitto fino alla morte di Erode,che compie con quel gesto una strage immane di bambini innocenti.
Luca ci fa notare come tutti gli avvenimenti della storia coincidano e l’avverarsi delle profezie che dimostrano che Gesù è il Messia annunciato da Geremia,perché il popolo era pieno di dubbi,non riusciva a riconoscere in lui il salvatore,c’erano già da allora le divisioni tra i giudei.
Le lotte,le divisioni,il potere ,tutte cose che fanno vittime,e le prime vittime di tutto questo sono i bambini;quelli che muoino di fame,quelli che vengono rapiti per farne dei soldati,quelli che vengono utilizzati nelle miniere,quelli che vengono abbandonati nell’indigenza ,quelli che vendono usati dagli adulti per la pornografia,per la prostituzione,uccisi per rubargli gli organi,violentati,
quelli che vengono mutilati nelle guerre,quelli che vengono abortiti…..quanti Erodi oggi uccidono in nome del potere,del progresso,della loro libidine;quanti uomini e donne rifiutano di riconoscere Gesù come loro Signore e distruggono tutto quello che intorno gli parla di Lui,quanti vogliono avere potere di vita e di morte,decidere se far nascere o no un bambino,quanti si ingozzano ed hanno il superfluo,mentre tanti bambini muoiono di fame.
E noi cosa facciamo di concreto per non essere come Erode?


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.